A cosa serve lo zenzero - benefici e proprietà

Zenzero a cosa serve?

Negli ultimi anni certamente vi sarete chiesti: a cosa serve lo Zenzero? Questa spezia si è diffusa in modo incredibile anche in Italia, la motivazione non risiede solo nel suo gusto, che aggiunge un tocco in più ad ogni piatto, quanto soprattutto nelle sue proprietà benefiche su cui sono stati condotti validi studi che ne hanno confermato l'estrema validità.

A cosa serve lo zenzero
 

Pubblicato il: 04/02/2019
Aggiornato il: 12/08/2019

Scritto da: Redazione Benessere è Vita

Zenzero storia e caratteristiche - la spezia che ha stregato l'Occidente

Lo zenzero, il cui nome deriva da Zingiber officinale Roscoe, è comunemente chiamato anche Ginger. Si tratta di una pianta erbacea che arriva a meno di un metro e appartiene alla famiglia delle Zingiberacee. La sua parte commestibile è il rizoma (che viene comunemente confuso con la sua radice). Questo è originario dell’India e si sviluppa in zone tropicali dove c’è una forte umidità. Tuttavia anche in Italia viene ampiamente coltivato, soprattutto negli ultimi anni, quando sono state chiarite le sue tante proprietà benefiche. Ormai esso viene comunemente consumato anche ad occidente, nelle tisane, nelle insalate, assoluto. I primi studi che dimostrano attivamente le sue proprietà risalgono a Plinio il Vecchio e Galeno, che tracciarono un quadro degli oli essenziali e le proprietà benefiche della medicina orientale. Lo si può reperire facilmente in tutti i supermercati o nelle erboristerie e può essere conservato anche a lungo.

Zenzero valori nutrizionali

Quantità per   100 grammi
Calorie 80Carboidrati 18 gVitamina A 0 IU
Grassi 0,8 gFibra alimentare 2 gMagnesio 43 mg
Acidi grassi saturi 0,2 gZucchero 1,7 gVitamina B6 0,2 mg
Acidi grassi polinsaturi 0,2 gProteine 1,8 gPotassio 415 mg
Acidi grassi monoinsaturi 0,2 gVitamina C 5 mgFerro 0,6 mg
Colesterolo 0 mgCalcio 16 mgSodio 13 mg

Zenzero proprietà e benefici

Lo zenzero è una spezia dal forte potere antinfiammatorio, antidolorifico, antiossidante, digestivo e antibatterico.

  1. Antitumorale – Grazie ai suoi effetti anti-proliferativi è in grado di inibire la crescita cellulare. Studi dimostrano le sue potenzialità soprattutto su alcuni tipi di tumore come quello prostatico e dell’apparato gastrointestinale. Stimolando l’apopotosi, la morte cellulare, non fanno altro che colpire solo le cellule malate e non quelle sane. Ha inoltre proprietà preventive, soprattutto per il tumore del colon e del retto, consumato in dosi quotidiane, avrebbe ottima funzione, come dimostrato dagli studi recenti.
  2. Nausea – Le sue proprietà lo rendono un ottimo digestivo naturale. Per chi ha la nausea, il mal d’auto/mal di mare, oppure è in gravidanza, basterò consumare una bibita a base di zenzero o masticare la radice per sentirsi meglio.
  3. Digestione - Fondamentale inoltre per chi ha fastidi allo stomaco, difficoltà a digerire e piccoli dolori, masticando un pezzetto di radice a fine pasto si avrà un ottimo svuotamento dello stomaco. Utile anche contro problemi più importanti come gastrite ed ulcere, i suoi principi attivi combattono anche l’Helicobacter pylori, batterio molto diffuso e fastidioso.
  4. Influenza – Quando si ha l’influenza non c’è niente di meglio di un bel decotto lenitivo e antimicotico per combattere in modo attivo e naturale le infezioni. È stato dimostrato che lo zenzero ha un effetto diretto sui virus, inibendo la proliferazione delle stesse.
  5. Antinfiammatorio – Lo zenzero è ottimo per le sue proprietà antinfiammatorie, per curare il mal di testa e per ridurre dolori alle articolazioni, ai muscoli e allo stomaco. Inoltre è possibile utilizzarlo anche durante il ciclo per ottenere un immediato effetto benefico contro i dolori dei primi giorni di flusso.
  6. Glicemia e colesterolo – L’effetto diretto sulla salute è notevole, consumando 2/3 grammi di spezia al giorno è possibile abbassare sia la glicemia che il colesterolo. Aiutare il sistema immunitario e migliorare la resistenza all’insulina, perfetto per tutti coloro che sono affetti da diabete di tipo 2.
  7. Cuore – Perfetto alleato per chi ha problemi al cuore, è stato rilevato il suo contributo come anticoagulante, il suo consumo migliora i livelli ematici e previene la formazione di placche e patologie cardiovascolari. Inoltre lo zenzero è in grado di ridurre la pressione, quindi ideale anche per gli ipertesi.

Lo zenzero fa dimagrire

Lo zenzero è un ottimo aiutante naturale per tutti coloro che desiderano dimagrire e ritrovare la forma. Questa spezia infatti aiuta il metabolismo ad accelerare e brucia grassi in modo diretti. Il gingerolo agisce direttamente e permette di aumentare la temperatura del corpo, portando lo stesso a bruciare i grassi più rapidamente. Cento grammi di prodotto hanno circa 80 calorie, ogni giorno per avere dei benefici bisognerebbe assumere la radice fresca, tra i 10/30 grammi. È possibile anche utilizzarlo in polvere in 3-4 grammi al giorno, non bisogna mai eccedere comunque, potrebbe poi verificarsi un fastidioso bruciore di stomaco. Per chi non lo ha mai consumato e deve abituarsi al suo sapore è possibile procedere con un’introduzione nella dieta piano piano, l’importante però è averlo disponibile in dispensa così da poterlo inserire in ricette e pasti. Con il ginger si può spaziare molto, dalla tisana zenzero e curcuma alla pasta con una spolverata di radice.

Per consumarlo ogni giorno, anche in viaggio o per favorire la digestione è utile avere la radice fresca. Se invece si vuole creare un effetto preventivo è utile prendere circa mezz’ora prima del viaggio o del pasto due pastiglie di zenzero essiccato. Esistono anche olii essenziali che è possibile respirare direttamente durante un viaggio per potersi aiutare. Se si ha mal di gola, dolore allo stomaco o dolori in generale una bella tisana è l’ideale. Gli olii a base di ginger sono molto utili per essere anche massaggiati sulle zone dolenti o per fare aromaterapia.

Quando si decide di introdurlo nella propria dieta è bene preferire quello biologico, dopo l’utilizzo conservare la radice in frigo. Se invece acquistate quella in polvere sistematela in un contenitore sicuro e non trasparente, adagiatelo in un luogo fresco e asciutto. Lavatelo sempre prima di utilizzarlo in cucina.

Lo zenzero può essere utilizzato ogni giorno, senza eccessi, ma è sconsigliato a chi fa già uso di anticoagulanti, antiaggreganti e simili. Le dosi da seguire sono quelle indicate, non bisogna mai esagerare pena disperdere i suoi effetti benefici.

Lo si trova in commercio anche candito, questa tipologia si conserva a lungo ma è zuccherata. Si può utilizzare come dolce o come spuntino ma questa variante non è dietetica in quando 100 grammi di prodotto contengono 321 kcal, una bella differenza con le 80 di quello classico. Si tratta di un prodotto caramellato che può essere consumato per sfizio e con moderazione, soprattutto se si ha qualche fastidio alla gola. Tuttavia deve essere chiaro che non va assolutamente bene per chi vuole perdere peso.

Zenzero Controindicazioni

Oltre a tutti i benefici ci sono varie controindicazioni dello zenzero.

  • Esso stimola il rilascio di bile dalla cistifellea: per chi è afflitto da calcoli biliari provoca non poche conseguenze.
  • Lo zenzero favorisce i movimenti intestinali (ottimo contro la stitichezza) provocando diarrea, eccessiva motilità intestinale e addirittura produzione di gas a chi soffre di colon irritabile.
  • Se assunto in elevate quantità, lo zenzero può favorire la comparsa di ulcere, una patologia del tratto digestivo molto fastidiosa.
  • Esso può esaltare gli effetti di determinati farmaci (anticoagulanti orali, antinfiammatori, antiaggreganti piastrinici).
  • Chi soffre di allergie potrebbe incappare in sgradevoli eruzioni cutanee o altre reazioni di varia natura in caso di assunzione di zenzero.
  • Tra gli altri effetti collaterali dello zenzero, soprattutto di quello assunto in polvere, rientrano il gonfiore addominale e l'aerofagia.
  • Per i soggetti che soffrono di ipertensione o problemi cardiaci, l'assunzione di questo prodotto andrebbe effettuata sotto stretta sorveglianza medica.


Uso dello zenzero

Questa pianta erbacea, come visto, ha delle particolari proprietà. Tuttavia, nonostante le vendite in Italia si siano raddoppiate rispetto al passato, molti non sanno come consumarlo al meglio per sfruttare tutte le sue funzioni. Ci sono alcuni errori da non commettere per preservarne la freschezza e i benefici. In primis lo zenzero non deve essere tagliato con il coltello, bisogna utilizzare un pela patate e poi prenderne il succo con un cucchiaino. Per grattugiarlo al meglio, vista la sua composizione fibrosa, è utile usare una grattugia in porcellana e non quelle in ferro comunemente contenute in cucina. Se non volete mangiarlo direttamente in polpa, ricavatene del succo. Lo zenzero è ideale con piatti dolci e salati, quindi lasciate libera la fantasia per i suoi utilizzi.

Zenzero ricette e idee per consumarlo in cucina

Tisane zenzero

Tisane allo zenzero

– uno dei modi migliori e più funzionali per consumare lo zenzero è certamente in una bella tisana calda. Se lo avete acquistato in polvere potete mescolare direttamente il contenuto in un bicchiere di acqua calda, aggiungendo anche altre spezie. Se volete preparare una tisana con i fiocchi è utile invece sfruttare la radice, pelatene una parte, lasciatela bollire con l’acqua per circa dieci minuti e poi filtrate il composto. Aggiungete un cucchiaio di mele e gustate la vostra tisana allo zenzero. Un vero toccasana per i disturbi intestinali, di gola e dolori. Prova la nostra Tisana zenzero e curcuma.

Polpette allo zenzero

- per creare un aperitivo delizioso, potete dare vita a delle gustose polpettine a base di ginger. Facili da preparare richiedono i classici ingredienti delle polpette e poi qualche pezzetto di zenzero e dei chicchi di sesamo. Dopo aver preparato le polpette, passate l’impasto in un mix formato da pangrattato, zenzero e semi di sesamo. In questo modo anche cuocendole al forno o in una padella con poco olio avrete una super croccantezza.
Polpette zenzero
Insalata zenzero

Insalata allo zenzero

- per chi segue una dieta non c’è niente di meglio di una bella insalatona con lo zenzero. Scegliete un pesce a piacere (anche in scatola) come il tonno o il salmone, tagliuzzate una mela, una carota, lavate ed unite la lattuga, salate. Aggiungete poi un filo di olio extravergine, l’aceto di mele e infine una bella spolverata di zenzero. Questo ingrediente darà un tocco fresco e dissetante al vostro piatto.

Biscotti allo zenzero

- uno dei piatti più apprezzati è senza dubbio un bel vassoio di biscotti allo ginger, che mette d'accordo tutta la famiglia. Per prepararli basterà un impasto a base di ferina (250 grammi), burro (80 grammi), zucchero integrale (100 grammi), due uova bio, lievito, pizzico di sale e ovviamente radice di zenzero a pezzetti. Unite prima le uova, lo zucchero e la farina, levigate il composto e aggiungete poi lo zenzero e gli altri ingredienti finché non ottenete un composto cremoso. Lasciate riposare un’ora e poi creare delle formine (anche con un bicchiere). Infornate per 15 minuti a 180 gradi e gustate!
Biscotti zenzero
Risotto curcuma e zenzero

Risotto curcuma e zenzero

- in alternativa alla pasta il riso esalta molto di più il sapore delle spezie come lo zenzero.
Prova la nostra ricetta per un risotto integrale curcuma e zenzero.

Salmone in crosta di zenzero

- tra i secondi piatti più gustosi per palati raffinati troviamo questa ricetta che esalta un pesce pregiato come il salmone con una spezia dal sapore intenso come lo zenzero, per rendere una cena pregiata e deliziosa.
Salmone e zenzero

Le nostre migliori ricette con lo zenzero

Nel complesso è facile intuire quali siano le potenzialità di questa spezia e soprattutto perché il consumo sia cresciuto così tanto nell'utlimo decennio. Oltre a tutti i prodotti che è possibile creare, in commercio esistono tantissime bibite, biscotti, dolci, tisane che contengono radice di ginger. Basti pensare al famoso biscottino a base di zenzero, simbolo del Natale anglosassone e divenuto anche da noi un vero must per eccellenza. Tuttavia la sua bontà non è solo come spezia di accompagnamento nei piatti nostrani. Recenti studi in campo medico stanno applicando sempre con maggiore frequenza la spezia in vari settori per coglierne al meglio le proprietà e i possibili campi di applicazione. In uno studio recente, condotto su donne in attesa di intervento chirurgico, è stata dimostrata la sua estrema validità per la prevenzione alla nausea e ai disturbi gastrointestinali post-operatori. Il gruppo di donne è stato trattato in parte con un medicinale, il metoclopramide, che ha un effetto placebo su nausea e vomito. L’altra parte del gruppo ha assunto invece lo zenzero. Al termine dell’intervento le donne che avevano ingerito il medicinale e quelle che avevano invece assunto lo ginger, hanno reagito nello stesso identico modo, tenendo a bada in modo concreto tutti i fastidi.

 

Commenti (0 commenti)

Scrivi un commento

Nome

Cognome

Nickname *

Email *

Commenta *

Autore

Redazione Benessere è Vita

Articoli Correlati

Vegan o non Vegan? Questo è il dilemma

Pubblicato il: 14-10-2018

Scritto da: Redazione Benessere è Vita

Super jump il divertimento combinato col fitness.

Pubblicato il: 14-10-2018

Scritto da: Redazione Benessere è Vita

Disturbi del sonno quali sono i rimedi?

Pubblicato il: 14-10-2018

Scritto da: Redazione Benessere è Vita

Cervicale rimedi e cure

Pubblicato il: 01-11-2018

Scritto da: Redazione Benessere è Vita