Salmone e Astaxantina
Salmone e Astaxantina.
 

Pubblicato il:

Vedi anche I grassi nella dieta: li conosciamo?

Mangiare salmone fa bene: è un alimento ricco di astaxantina, la molecola del benessere. Consigli per la dieta

Come tutti già sappiamo il salmone è un pesce d'acqua dolce e marina le cui carni oltre ad essere gustose sono ricche di proteine e di acidi grassi omega tre. Questi ultimi per noi esseri umani rientrano tra i lipidi essenziali, cioè tra quei lipidi da introdurre necessariamente con la dieta perché siamo incapaci di sintetizzarli. Solo una volta introdotti il nostro organismo potrà utilizzarli per la sintesi di altre molecole che intervengono nei processi antinfiammatori.

Il salmone: un alimento ricco di astaxantina

Ma nel salmone troviamo anche un'altra molecola interessante, l'astaxantina, definita molecola del benessere. Si tratta di un carotenoide, dunque di un pigmento liposolubile, appartenente alla classe delle xantofille, questi pigmenti proteggono le cellule e i tessuti da danni indotti dai radicali liberi e in primis dall’ossigeno singoletto.

L'astaxantina viene sintetizzata dalla microalga Haematococcus pluvialis e giunge ai salmoni e ai crostacei che si alimentano di zooplancton, da qui il colore aranciato. La notizia positiva è che la troviamo anche nei salmoni di allevamento perché questa molecola viene anche sintetizzata chimicamente ed inserita nei mangimi; la sua assunzione non presenta nessuna controindicazione.

Una volta ingerita la molecola di astaxantina viene rapidamente assorbita a livello della mucosa duodenale sia passivamente che per diffusione e la rende immediatamente disponibile nel circolo ematico e linfatico, attraverso quest’ultimo viene trasportata al fegato dove legandosi alle lipoproteine viene distribuita ai vari distretti organici.

Vuoi maggiori informazioni? hai delle domande? contatta l'esperto che ha scritto l'articolo

Il salmone è ricco di astaxantina: le virtù della molecola del benessere

Grazie al suo ridotto peso molecolare, alla sua struttura chimica peculiare che la rende sia molecola liposolubile che idrosolubile, l’astaxantina riesce ad attraversare anche la barriera ematoencefalica, la struttura che seleziona le molecole che possono passare dal sangue al liquido cefalorachidiano che bagna il cervello, dunque esercita i suoi effetti a livello di sistemi difficilmente raggiungibili.

Le proprietà principali della astaxantina sono di contrastare e inattivare i dannosi radicali liberi e quindi di possedere un elevato potere antiossidante. Inoltre uno studio comparativo ha largamente dimostrato che l’astaxantina è un potente “spazzino” di ossigeno singoletto e la sua efficacia è il doppio del beta carotene e della zeaxantina e da 100 a 500 volte superiore all’attività promossa dalla Vitamina E, nel prevenire la perossidazione degli acidi grassi. In poche parole l'astaxantina previene l'invecchiamento: avete ancora dubbi riguardo al salmone?

Vuoi maggiori informazioni? hai delle domande? contatta l'esperto che ha scritto l'articolo

 

Commenti (0 commenti)

Scrivi un commento

Nome

Cognome

Nickname *

Email *

Commenta *

Articoli Correlati

Salmone, alimento ricco di astaxantina?

Pubblicato il: 08-02-2019

Scritto da: Andreana Caretti