Integratori Salini: scopriamoli insieme

Integratori Salini
 
Vedi anche Integratori Alimentari: cosa sono?

Cosa sono gli integratori salini

Gli integratori salini sono delle sostanze che vengono utilizzate per rifornire le riserve di sali minerali presenti nei nostri muscoli e nel nostro organismo.

Assumere questi prodotti è assolutamente necessario, perchè solo una certa quantità di minerali permette il corretto funzionamento del corpo umano.

Quando assumere gli integratori salini

Chi fa attività fisica intensamente, sudando parecchio, perde parecchi liquidi e questa perdita genera una diminuzione della quantità di sali nell'organismo. In queste situazioni, è allora fondamentale un reintegro dell'acqua e dei sali minerali che sono stati consumati, ricorrendo anche all'aiuto offerto dagli integratori salini.

Questi ultimi consentono quindi al corpo umano di poter riacquistare in maniera rapida ed efficace il normale e giusto equilibrio dei livelli salini.

Una sudorazione eccessiva, causata non solo dall'attività fisica, ma pure dal caldo della stagione estiva, porta dunque l'organismo ad una perdita di sali minerali. Questi ultimi si distinguono in macrominerali e oligoelementi. Il potassio, il calcio, il fosforo e il magnesio appartengono ad esempio alla prima categoria, mentre il ferro, lo zinco e lo iodio alla seconda.

La salute del nostro corpo dipende dall'equilibrio quantitativo dei singoli sali minerali. Queste sostanze possono essere reintegrate nell'organismo umano attraverso un regime alimentare mirato. I sali sono infatti innanzitutto presenti nella frutta, nella verdura, nel pesce e nei legumi. Alcune volte però l'apporto di sali minerali attraverso il cibo è insifficiente e, per evitare questa carenza, è consigliato ricorrere agli integratori salini, che vengono detti anche bevande idrosaline.

Questi prodotti sono disponibili sul mercato in differenti composizioni e gusti. Le bevande idrosaline si distinguono allora in integratori ipertonici, ipotonici e infine isotonici.

Vedi anche integratori di aminoacidi: mattoni delle proteine

Integratori salini ipertonici

Gli integratori ipertonici sono dunque delle bevande, in cui vi è un'alta concentrazione di sali minerali e di carboidrati. Questo tipo di integratori produce il fenomeno di pressione ormotica, che genera un'attrazione di liquidi nel corpo superiore a quella del plasma. L'azione di questi prodotti ipertonici si esplica lentamente, in quanto l'intestino impiega dei tempi molto lunghi per assimilare queste sostanze.

In aggiunta, gli integratori ipotonici sono sostanze che producono un'attrazione di liquidi inferiore a quella del plasma. Sono comunque delle bevande la cui assimilazione da parte dell'organismo avviene rapidamente.

Vedi anche Integratori energetici: energia per il metabolismo

Integratori salini isotonici

Vi sono poi le bevande idrosaline isotoniche che hanno una concentrazione di sali tale da determinare un processo di osmosi uguale a quella del plasma. Il tempo di assimilazione di questi prodotti è medio.

Il riequilibrio dei sali attraverso questi integratori è utile, perchè determinate carenze di minerali possono portare un individuo ad avere problemi di crampi, vertigini, collassi, e una perenne sensazione di stanchezza e di sonnolenza.

E' importante sapere che il reintegro salino deve avvenire solamente quando il corpo umano ha subito un'effettiva perdita di liquidi. In generale, si può affermare che l'assunzione degli integratori salini deve avvenire dopo un certo sforzo fisico. Negli sport di endurance però, dove ad esempio lo sforzo fisico supera la durata di un'ora, si può procedere al riequilibrio dei sali anche mentre si fa questo tipo di attività sportiva.

Sarebbe opportuno bere le bevande idrosaline ad una temperatura di circa dieci, quindici gradi. In questo modo si favorisce il processo di svuotamento gastrico e si controllano eventuali fenomeni di ipertermia. Il miglior reintegro nel nostro corpo di sali minerali avviene soprattutto bevendo integratori salini ipotonici, in cui vi è appunto una bassa concentrazione di zuccheri disciolti e di sali, in quanto proprio il sudore è ipotonico rispetto al plasma.

Le principali carenze di sali minerali in un corpo umano riguardano soprattutto quelle del calcio, del sodio e del ferro. Per quanto riguarda il calcio, ad esempio, la dose giornaliera consigliata per un adulto è 800-1000 milligrammi. Una carenza di calcio nel corpo umano può causare problemi molto seri all'organismo, tra cui la comparsa dell'osteoporosi.

Il sodio poi deve essere mantenuto nel nostro corpo ad un livello di 1100-3300 milligrammi al giorno. E' altresì necessario scongiurare che nel nostro sangue ci siano livelli bassi di ferro, che sono i principali responsabili della manifestazione dell'anemia. Questa problematica, che colpisce la nostra salute, è associata soprattutto a sintomi di affaticamento e di stanchezza.

La quantità di 135-145 mEq/L allora corrisponde ad un corretto livello di sali nel sangue. E' giusto poi sapere che l'assunzione degli integratori salini non è raccomandata solamente agli sportivi, o in condizioni di caldo molto forte.

A proposito di ciò, quindi, l'utilizzo delle bevande idrosaline è raccomandato soprattutto alle persone in avanti con l'età. Le persone anziane infatti sono soggette a carenze di sali minerali di diversa tipologia. Inoltre corrono un rischio più alto di disidratazione. Per reidratare l'organismo degli anziani sono consigliati ad esempio gli integratori salini che contengono glucosio.

Infine è opportuno dire che anche quando una persona ha una febbre molto alta, fenomeni di vomito o di dissenteria, accompagnati da una sudorazione eccessiva, si può avere un'importante perdita di liquidi e perciò di sali.

In queste situazioni, è opportuno il ricorso agli integratori salini, con i fermenti lattici, per ripristinare la flora batterica e poter avere un riequilibrio dei sali minerali persi. Un uso sconsiderato di queste bevande idrosaline, però, può portare alla comparsa di certi effetti collaterali. Tra questi, ci può essere un aumento della pressione sanguigna che determina una crescita del volume del sangue.

Un'assunzione eccessiva degli integratori salini causa anche fenomeni di ritenzione dei liquidi, che è la diretta conseguenza di una presenza eccessiva di sali nel nostro corpo. Un uso prolungato di questi prodotti può pure aumentare il rischio di avere disturbi cardiovascolari. Si deve sapere anche che l'assunzione di questi supplementi salini in genere è la causa di una maggiore eliminazione del calcio attraverso le urine. Questa elimazione porta spesso alla formazione dei fastidiosissimi calcoli renali.

Da quanto detto, possiamo concludere che l'utilizzo degli integratori è utile, ma che ci deve essere molta cautela e attenzione nel consumare tali sostanze, la cui assunzione scorretta e prolungata ha la possibilità di generare numerosi problemi alla salute umana.

 

Commenti (0 commenti)

Scrivi un commento

Nome

Cognome

Nickname *

Email *

Commenta *

Autore

Frank Buio

Ciao mi presento sono l'autore di questo post

Articoli Correlati

Benefici acquagym: la ginnastica in acqua

Pubblicato il: 10-12-2018

Scritto da: Frank Buio

Integratori multivitaminici per l'organismo

Pubblicato il: 07-12-2018

Scritto da: Frank Buio

Integratori proteici: le proteine in pillole

Pubblicato il: 07-12-2018

Scritto da: Frank Buio